Destinazione Astana in Kazakistan

Antonio De Chiara, Kazakistan, Astana, Milano, The Sun Trip, Expo 2015, Nel riflesso dei suoi occhiali da sole, c’è tutto il calore del Sud Italia. Il salernitano Antonio De Chiara è il primo italiano iscritto al The Sun Trip 2015, un rally intercontinentale di bici elettriche, per la maggior parte auto-costruite dai partecipanti, che – a partire dal 6 giugno, con avvio dall’Expo di Milano – porterà 44 partecipanti da 14 diversi Paesi del mondo in un viaggio lungo 8500 chilometri, che attraverserà svariati paesaggi, climi, nazioni e popoli.

Sfida ecologica, tecnologica ma soprattutto umana, il rally ha come destinazione Astana, in Kazakistan, sede dell’Expo 2017 con il tema “Energie Pulite”, che dovrà essere raggiunta entro due mesi, pena la squalifica. Laureato in ingegneria elettronica, Antonio ha concepito da sé il suo mezzo di trasporto, un tandem fotovoltaico per Antonio De Chiara, Kazakistan, Astana, Milano, The Sun Trip, Expo 2015, pedalare sia da solo sia in compagnia, a cui ha applicato un motore elettrico alimentato solamente da un’energia rinnovabile come quella del sole. Durante il viaggio, sarà anche prodotto un film-documentario per conoscere questa sfida e condividere le emozioni di questa bella esperienza.

Nel sangue di Antonio, scorre la parola “viaggio” sin dall’infanzia: nato e cresciuto a Milano fino a 16 anni, si è poi trasferito a Salerno, prima di vivere per sette mesi a Berlino e successivamente a Rouen, la perla della Normandia. Oggi abita nella campagna romana, vicino a Rieti, in una fattoria in montagna, a contatto con la natura. Interessato al tema dell’elettricità da quando era ancora piccino, Antonio si è costruito a soli dieci anni un ricetrasmettitore radio per Antonio De Chiara, Kazakistan, Astana, Milano, The Sun Trip, Expo 2015, entrare in contatto – nella sua fantasia di bambino – con altri pianeti. Così, a 18 anni, ha iniziato a studiare astronomia e alla fine si è laureato in ingegneria elettronica, proprio sui temi delle energie rinnovabili e dell’ambiente.

Per di più, è un ciclista urbano e viaggia ogni giorno in bicicletta da cinque anni: per l’esattezza, trascorre le sue vacanze estive in bicicletta, ha sempre raggiunto l’università sulle due ruote… e, facendo due calcoli, ha percorso circa 32 mila chilometri a bordo del suo “cavallo” elettrico, ricaricato in gran parte dai suoi pannelli solari domestici. Quando lo scorso anno un amico gli ha parlato del The Sun Trip, Antonio non ci ha pensato due volte e ha subito deciso di partecipare, pensando: “Voglio fare un viaggio con il mio tandem speciale: perché farlo da soli? Forse è meglio partire con persone che condividono gli stessi obiettivi. Sun Trip 2015?”. Ed eccoci qua…

UN TANDEM SINGOLAREAntonio De Chiara, Kazakistan, Astana, Milano, The Sun Trip, Expo 2015,
Antonio ha scelto un tandem perché lo considera più “ecologico” rispetto a una semplice bicicletta solare: questo mezzo infatti può trasportare due persone con circa la stessa quantità di energia. L’accoppiata può risultare vincente sia per il supporto reciproco, prezioso soprattutto nei momenti di difficoltà, sia per gli innumerevoli vantaggi, come la possibilità di alternarsi alla guida. Dopo questa avventura, l’obiettivo sarà costruire un rimorchio “roulotte” leggero, da agganciare al suo tandem solare per spostarsi senza restrizioni. “Sarà la mia casa durante i miei viaggi”, annuncia sul sito di The Sun Trip. Bon voyage, allora!