Viaggiatori coi baffi

Per mille mozzarelle, si parte! Per la gioia dei bambini, è arrivato in libreria il nuovo episodio della saga fantasy di Geronimo Stilton. Ancora una volta, il tema del viaggio attraversa l’avventura del topo giornalista più famoso del pianeta, che questa volta si ritrova alle prese con streghe, draghi, pipistrelli e mille altri pericoli. L’Ottavo Viaggio nel Regno della Fantasia (Piemme Editore, 384 pagine, 23,50 euro) è un mezzo spassoso per insegnare ai più piccoli cosa significa vagabondare, in questo caso con la mente. Come al solito, il viaggio di Geronimo all’interno di un mondo popolato da personaggi bizzarri non rappresenta una fuga dalla realtà, ma un’avventura da cui si torna cresciuti, trasformati, ottimisti.

“Ora che tutto era finito, ora che tutto era concluso, ora che tutto era risolto, mi restava solo un’ultima curiosità. Qual era il tesoro del Paese del Tempo, che tanti viaggiatori avevano cercato invano, perdendosi per sempre?”, si domanda Geronimo nelle battute finali del libro. Anche questa volta, il topo reporter nato dalla fantasia di Elisabetta Dami torna a casa con un prezioso insegnamento: bisogna imparare a utilizzare bene il proprio tempo, perché si può perdere oppure sfruttare per cambiare il mondo. Anche questo viaggio serve a osservare il mondo con occhi diversi, i problemi da un altro punto di vista, la vita sotto una nuova prospettiva.

Geronimo Stilton è l’Ulisse moderno, l’eroe a portata di bambino che – tra mille peripezie – compie un viaggio ciclico, che lo riporta al punto di partenza con un bagaglio più pesante, fatto di maturità e conoscenza. La trama è spiritosa come al solito: Geronimo ha rotto l’orologio ricevuto in dono da nonno Torquato molti anni fa. Per aggiustarlo, si reca alla Bottega delle Ore Incantate, dove incontra l’orologiaio Precisio Meccanicis e da cui approda nel magico Regno della Fantasia arrampicandosi su un’insolita pianta di rose bianche rampicanti a forma di stella.

A Castelcristallo, scopre che la regina delle Fate, Floridiana, è rimasta vittima di un malvagio incantesimo, che la sta facendo invecchiare velocemente minacciando tutto il Regno della Fantasia. Per salvarla, Geronimo deve aggiustare il Segnatempo Cronofantasico, le cui lancette hanno misteriosamente iniziato a girare più veloci. Anche in questo volume, sono presenti due pagine con serigrafie profumate, che permettono ai lettori di scoprire il profumo di fata e il tanfo di strega.

Al termine, invece, 55 pagine speciali sono dedicate a giochi, attività o curiosità sul Castello di Cronometricus: dopo la guida ufficiale del Paese del Tempo, a cura del folletto Tic Tac, seguono sei piccoli trucchi da mettere in pratica per riuscire a incastrare tutti gli impegni della giornata senza dimenticare nulla, la spiegazione per costruire un orologio magico o una clessidra e una serie di passatempi, come giochi delle differenze, test per diventare Fate o Maghi delle Ore, barzellette degli Gnomi dei Minuti e la golosa ricetta della pizza.

PER CHI NON LO CONOSCE…
Geronimo Stilton è nato a Topazia, l’Isola dei Topi, ed è laureato in Topologia della Letteratura rattica e in Filosofia archeotopica comparata. Dirige l’Eco del Roditore e, nel tempo libero, colleziona antiche croste di formaggio del Settecento, ma soprattutto scrive libri in cui racconta le sue stratopiche avventure. Stilton – che prende nome da un famoso formaggio prodotto in Inghilterra dalla fine del diciassettesimo secolo – rappresenta uno straordinario fenomeno editoriale che, dal 2000, dall’Italia si è imposto anche all’estero: i suoi libri, tradotti in 36 lingue, hanno venduto oltre 23 milioni di copie soltanto nel nostro Paese, 74 milioni le copie totali nel mondo.

IL MONDO È UN’AVVENTURA
Sin dai suoi esordi, Geronimo Stilton ha puntato sul tema del viaggio, dell’esplorazione e della scoperta. Nell’ampia collezione che lo vede come protagonista, figurano atlanti che conducono lungo l’Italia, alla scoperta delle caratteristiche geografiche, ambientali e culturali di ogni regione. Il viaggio continua prima in Europa e poi nei Paesi di tutto il mondo, grazie a curiosi reportage che permettono di conoscere tradizioni popolari e culinarie, visionare immagini satellitari, completare mappamondi con gli adesivi attacca e stacca. Pagina dopo pagina, i bambini diventano “viaggiatori coi baffi”. Per maggiori informazioni, è possibile consultare i siti web http://www.edizpiemme.it/ e http://www.geronimostilton.com/.

SHARE
Articolo precedenteBenvenuta al Nord
Articolo successivoNordic Walking nel Lazio