Reportage, che viaggio!

testata-master-reportage-di-viaggio_copy copiaAntropologi, giornalisti, fotografi e geografi: provengono da molteplici settori della cultura i docenti del Master in Reportage di Viaggio che prenderà il via a Roma – per 250 ore complessive – il prossimo 5 maggio 2014. Nato dalla collaborazione tra il Centro Studi CTS, la Società Geografica Italiana e il giornalista-fotografo Antonio Politano, il percorso proporrà numerosi incontri con “testimoni privilegiati” legati alla cultura del viaggio, ma anche uscite sul campo per esercitazioni pratiche, che accompagneranno gli studenti in tutte le fasi di realizzazione del loro reportage, dall’ideazione fino alla presentazione ai possibili interlocutori: riviste, case editrici, agenzie fotografiche.

Il master fornirà le competenze necessarie per progettare, realizzare e presentare reportage “di/in viaggio” di varie tipologie e stili, da quello turistico-divulgativo al narrativo. Fitto il programma di studio: mentre nella sezione “scrittura” si imparerà a sviluppare concretamente un reportage, nel reparto “fotografia” si apprenderanno gli strumenti di analisi e studio di situazioni tipo (dal paesaggio ai monumenti, dalle gente agli eventi) per costruire un progetto fotografico completo; verrà dato spazio anche alla post-produzione fotografica, all’analisi dei flussi turistici, alla cultura del viaggio nelle sue molteplici forme e rappresentazioni.

I docenti forniranno interessanti strumenti di lettura, critica e analisi del territorio, insegnando a leggere i principali segni territoriali che caratterizzano i luoghi turistici e a metterli in relazione con i processi di costruzione dell’identità del turista e delle comunità locali ospitanti. Ampia anche la panoramica sui principali esempi di produzione letteraria applicata al tema del viaggio e della narrazione dei luoghi, oltre che spunti di approfondimento e analisi per la realizzazione di un travel blog con finalità professionali.

Dietro il master c’è la Società Geografica Italiana, i cui ricercatori sono tutt’oggi richiesti nelle valutazioni d’impatto ambientale per la gestione e la salvaguardia delle risorse, nei programmi internazionali di cooperazione allo sviluppo, nella realizzazione di carte dell’Italia per la gestione di aree a rischio. Questa volta, agli studenti verrà offerta la possibilità di inserirsi nel mercato del lavoro non più attraverso un’opportunità di stage, ma con la possibilità di realizzare e pubblicare un reportage per una testata giornalistica, accompagnandolo in tutte le fasi dello sviluppo.

Per maggiori informazioni: www.societageografica.it.