205 Poema Collettivo

Rosalba Critelli, Marco Pinna, Edward Steichen, umanità, fotografia, emozioniDuecentocinque fotografie per raccontare le emozioni e gli stati d’animo umani, a qualunque latitudine del mondo. Artisti di fama internazionale, amatori e professionisti stanno partecipando alla costruzione di un enorme progetto fotografico, culturale e antropologico che, nel 2016, si trasformerà in una mostra itinerante, dall’Italia all’America, per poi proseguire verso Africa, Asia e Oceania. L’idea è nata da Rosalba Critelli, progettista e art director, che – avendo all’attivo trentadue viaggi in cinque continenti – ha mescolato la sua “fame” di mondo con la passione per arte e fotografia, immaginando un poema collettivo che identifichi l’unicità dei soggetti umani nelle loro più naturali manifestazioni.

Rosalba Critelli, Marco Pinna, Edward Steichen, umanità, fotografia, emozioni“Ho iniziato a studiare l’opera del fotografo Edward Steichen, dal titolo ‘Family of Man’, un grandioso tentativo di rappresentare l’intera storia dell’umanità attraverso una serie di scatti che scandiscono l’esistenza, dal matrimonio alla nascita dei figli, dal lavoro al tempo libero, dai momenti lieti a quelli tragici delle guerre”, spiega Rosalba Critelli. Da qui, è nata l’ispirazione per una nuova mostra – e relativo catalogo – che narri la storia dell’uomo in 205 Paesi del mondo, riconosciuti e non, lungo il filo conduttore delle emozioni umane.

L’obiettivo è mostrare come, nonostante le singole appartenenze territoriali, le emozioni e gli stati d’animo siano comuni e universali, visto che in ogni angolo Rosalba Critelli, Marco Pinna, Edward Steichen, umanità, fotografia, emozionidel mondo l’uomo nasce e muore con una ciclicità della vita che rappresenta il denominatore comune. Fra i circa seimila scatti pervenuti ne verranno selezionati duecentocinque, uno per ogni Paese (per un concetto di “eguaglianza totale” in termini di valore e importanza sociale), dove il soggetto principale sarà sempre e comunque l’uomo. “Il ruolo del paesaggio è marginale: in molti scatti fa da sfondo, in tanti altri non appare e il contesto viene immaginato attraverso i volti, un loro dettaglio, come gli occhi a mandorla o altre connotazioni tipiche di un certo popolo”.

guinea bisseau tessarinA selezionare le fotografie che comporranno poi la mostra “205 Poema Collettivo” sarà il photoeditor Marco Pinna, redattore di National Geographic Italia dal 1998, che non promuoverà gli scatti più belli, ma quelli che meglio degli altri si contestualizzeranno nel filo narrativo del progetto. A quel punto, l’esposizione seguirà un percorso contrario rispetto a quello realizzato da Steichen, che dal MOMA di New York approdò a Torino, precisamente a Palazzo Madama. “Noi vorremmo partire da Torino, spostarci a Milano e New York, per poi muoverci in tutti e cinque i continenti”.

Rosalba Critelli, Marco Pinna, Edward Steichen, umanità, fotografia, emozioniUNA MOSTRA CHE FA “BENE”
“205 Poema Collettivo” è anche un’iniziativa a scopo benefico, perché l’intero ricavato del progetto sarà devoluto a due onlus che si occupano di salute dell’infanzia. In particolare, a beneficiarne saranno il Gruppo Missionario Freinademetz, un’associazione italiana che sostiene l’ospedale pediatrico di Kimbondo, e Soho Sparks Of Happiness, che raccoglie fondi per strutture svantaggiate del secondo e terzo mondo, partendo da orfanotrofi e day care centers.

Rosalba Critelli, Marco Pinna, Edward Steichen, umanità, fotografia, emozioni“Siccome l’intero progetto ha un costo elevato, che si aggira intorno ai trecentomila euro, siamo alla ricerca di sponsor, partner, finanziatori e contribuenti che possano e vogliano abbracciare la nostra iniziativa”, espone Critelli. “A breve, tutti i dettagli per contribuire saranno disponibili sul sito www.205poemacollettivo.com, oltre che sul nostro profilo Facebook: in questi giorni stiamo vagliando l’immagine dell’home page, che farà poi da incipit all’esposizione. Sicuramente sarà uno scatto che narra la nascita, che avviene nello stesso modo in tutto il mondo, accomunando dunque l’umanità”. Nel frattempo, qualsiasi informazione relativa al progetto può essere richiesta sin d’ora direttamente anche scrivendo a 205poemacollettivo@gmail.com oppure chiamando il numero 342 1549773.

Paola Rinaldi

Le foto che corredano l’articolo sono puramente indicative e non fanno parte dei 205 scatti finali, ma dei 6000 inviati da tutto il mondo per le selezioni