Le spiagge dell’Ogliastra

Spiagge dell'Ogliastra

L’Ogliastra è una terra che racchiude in sé gran parte dello spirito della Sardegna: spiagge bellissime, entroterra selvaggio e affascinante, città che conservano usi e tradizioni che si tramandano di generazione in generazione.

L’insieme di questi elementi contribuisce a far sì che la regione ogliastrina sia meta ambita dai turisti che sempre più spesso scelgono la Sardegna orientale per trascorrere le proprie vacanze.
Secondo i dati gentilmente forniti dall’hotelresorttanca.com di Cardedu, l’afflusso di visitatori in Ogliastra è in forte aumento con presenze che cominciano a diventare interessanti anche nelle località rivolte all’entroterra della regione.

Spiagge dell'Ogliastra - Cardedu

Tra le tante possibili mete a disposizione dei visitatori, le spiagge sono quelle che affascinano di più nel periodo estivo e l’Ogliastra presenta una zona costiera in grado di soddisfare tutte le esigenze dei bagnanti con spiagge di sabbia finissima che si alternano a coste di ciottoli fino ad arrivare a zone rocciose e scogliere, accompagnate dal mare che a volte offre un fondale molto basso per diversi metri, mentre in altre spiagge è profondo, ma che in entrambi i casi non perde la sua colorazione limpida con sfumature turchesi.

Per chi ama le spiagge di sabbia finissima e impalpabile, si possono visitare le spiagge di Tortolì, soprattutto il Lido di Orrì con il suo lunghissimo litorale di circa 15 chilometri formato da tantissime calette e insenature che si rivolgono verso un mare trasparente con un fondale basso nel quale, così come nella spiaggia, trovano spazio degli scogli di color scuro che ornano il litorale.

Sabbie bianchissime e bassi fondali si trovano anche nelle spiagge di Bari Sardo, tra le quali spiccano la spiaggia di Cea, dove l’azzurro intenso del mare crea suggestivi giochi di luce quando incontra i raggi del sole e dove la spiaggia viene circondata da una scogliera rossa per creare un paesaggio affascinante e la spiaggia della Torre di Barì, dove la costa viene divisa dall’omonima torre spagnola in due parti un tempo usate per separare la spiaggia per gli uomini, chiamata appunto Mari de is Ominis, dalla spiagge per le donne, Mari de is Femunas.

Andando verso Marina di Gairo, invece, si ha l’opportunità di visitare la Spiaggia di Coccorrocci, dove la sabbia lascia spazio a ciottoli di diversi colori che la costituiscono nella sua interezza, mentre il mare conserva il suo fondale basso che permette anche ai bambini di poter giocare in acqua in sicurezza.

Spiagge dell'Ogliastra - Coccorrocci

Per trovare un fondale profondo e favorire la scelta a chi ama fare immersioni per pesca o per snorkeling, si possono visitare le spiagge di Su Sirboni e di Lispedda, dove la presenza di correnti dovute al vento rende l’area molto apprezzata anche dai surfisti.

Come citato nell’articolo di greenreport.it, l’Ogliastra come quasi la totalità della Sardegna, è in grado di offrire un mare limpido e pulito.

La qualità del mare sommata alla bellezza e alla eterogeneità delle sue coste rendono, quindi, la regione ogliastrina una pregevole alternativa per tutte le esigenze turistiche dei visitatori che scelgono l’isola mediterranea come meta per le proprie vacanze.

Spiagge dell'Ogliastra