Viaggio, quindi sono

Vuoi viaggiare da solo, ma non sai come farlo? Niente paura: il 28, 29 e 30 marzo arriva il nuovo workshop sul Travel Coaching organizzato dal blog Viaggiare da Soli di Francesca Di Pietro. L’appuntamento si svolgerà presso l’hotel Eremito di Parrano, in provincia di Terni, un eco-hotel di lusso pensato per viaggiatori solitari e cercatori dell’anima, attratti dal fascino di una vacanza in un “eremo contemporaneo”. Lontani da stress e rumore, immersi nel verde dell’Umbria, i partecipanti rifletteranno sui viaggi in solitaria, che non rappresentano una semplice vacanza, ma un momento unico per ascoltare se stessi e trovare tutto ciò che nella quotidianità è impossibile vedere, sentire, provare o scoprire.

Da qualche anno, Francesca Di Pietro si dedica al travel coaching, cioè a quel processo che trasforma il viaggio in un momento di sviluppo e di crescita personale: anche se non esiste un modo per iniziare a viaggiare da soli, né una meta consigliata o un percorso prestabilito, c’è comunque un metodo giusto per staccare la spina dal resto del mondo. Il workshop fornirà gli strumenti per realizzare tutto questo in un week-end di ascolto e condivisione: ad essere raccontate non saranno solamente le esperienze dell’organizzatrice, ma anche le emozioni del gruppo.

All’interno dell’evento troveranno spazio le lezioni di light yoga (un ottimo modo per imparare ad ascoltare il proprio corpo e regalarsi momenti di relax), le passeggiate per le terre dell’Eremito e le degustazioni di tanti prodotti fatti in casa. Ma il cuore del workshop saranno le lezioni, dove si scoprirà perché si viaggia da soli e come si organizzano i momenti precedenti alla partenza: la scelta della meta perfetta (meglio una grande città o un piccolo centro?), come superare le paure più comuni, come costruire un percorso all’interno del viaggio e come sfruttare le risorse del web per incontrare altri viaggiatori.

I consigli riguarderanno anche l’organizzazione del viaggio nei suoi aspetti più pratici: oltre a budget, gestione dei soldi e carte di credito, verrà spiegato a quali trasporti affidarsi, come costruirsi degli obiettivi misurabili, come e perché individuare un’attività mai fatta, come tenere traccia delle emozioni e come strutturare il tempo libero.

Molto ricca anche la sezione dedicata al ritorno, nella quale si affronteranno i rapporti con chi rimane a casa, i trucchi per capitalizzare il viaggio, come sfruttare le lezioni imparate “strada facendo” nella vita di tutti i giorni e come mantenere attive le caratteristiche positive del viaggio una volta tornati a casa.

Per prenotarsi o avere maggiori informazioni: www.viaggiaredasoli.net

 

Leggi anche: Che ti porto? intervista a Francesca Di Pietro