Un viaggio “extra”

Immaginate un appuntamento dedicato ai viaggiatori extra-ordinari, a quei personaggi legati a tutti gli ambiti del sapere, dall’arte alla scienza, dallo spettacolo allo sport. Come certi uccelli sfidano la gravità e si elevano grazie alle penne remiganti, così i protagonisti della manifestazione inseguono le mete del proprio spirito, tracciando percorsi fuori dall’ordinario. È questa la filosofia del festival “Per sentieri e remiganti” (http://www.persentierieremiganti.it/), giunto alla sua sesta edizione, che – nella sezione invernale – presenta due mostre fotografiche, a Torino e a Parigi.

Il fil rouge dell’evento è il tema della gentilezza, ovvero una riflessione sull’importanza di vivere con nobiltà in una città intelligente e “smart”. A Torino – fino al prossimo 6 gennaio 2013 – si rifletterà con la mostra fotografica di Gianni Berengo “Sguardi gentili”, ospitata presso il Museo Regionale di Scienza Naturali. In quaranta immagini, rigorosamente in bianco e nero, viene indagata la gentilezza come approccio alla vita e agli uomini, come rispetto verso la diversità, come modalità per attraversare il mondo affinché resti qualche traccia del nostro passaggio.

Nelle immagini di Berengo, il pubblico può ritrovare la gentilezza nei baci degli amanti, nelle carezze dei compassionevoli, nei balli di chi festeggia un giorno speciale, nelle feste e nei gesti degli sposi, nei viaggi giocosi dei bimbi e sul tram di una città che va verso la modernità ma ha ancora il sapore della lentezza e della misura per l’uomo.

La gentilezza sbarca anche in Francia: la direzione artistica del Gruppo del Cerchio – in collaborazione e con il patrocinio dell’Ente di Gestione dei Sacri Monti e, da parte francese, in collaborazione e con il patrocinio della Diocesi di Parigi (Art, Culture et Foi), e in collaborazione con Voir & Dire e La Voix du Griot – porta nella Chiesa di Saint Merri, nel centro di Parigi, vicino al Centro Georges Pompidou, l’esposizione “Natività nei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia” del fotografo Pier Ilario Benedetto.  Nelle 24 immagini in bianco e nero, Benedetto ha voluto illustrare il senso della Nascita, così come rappresentato nei gruppi scultorei dei Sacri Monti, santuari dichiarati nel 2003 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Il festival si concluderà, in Italia, con la festa di fine edizione il 6 gennaio alle 17 nella sala espositiva del Museo Regionale di Scienza Naturali, rinnovando l’appuntamento con il pubblico alla prima parte (sezione estiva) della prossima edizione di Per sentieri e remiganti. A Parigi, invece, il Festival si concluderà l’8 gennaio con il finissage della mostra “Natività nei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia”, presso la Chiesa di Saint Merri.

 

Clicca qui per leggere altri articoli della sezione Eventi

SHARE
Articolo precedenteIo, la mia bici e la fede
Articolo successivoTravel jazz