Un salto a Lubiana

La notizia non è nuova, ma è di quelle che nella vita fanno sempre piacere. Anche quest’anno Babbo Natale visiterà le nostre case, invase da luci colorate e pandori spolverizzati di zucchero. In attesa della sua lunga barba bianca, possiamo iniziare a tuffarci nell’atmosfera festosa girovagando tra i classici mercatini di Natale, che diventano un’ottima scusa per organizzare un week-end di turismo alla scoperta di una città europea. Se i più noti sono quelli di Bolzano, Bressanone, Lugano e Innsbruck, esistono località meno conosciute che regalano grandi emozioni a prezzi più contenuti.

SPETTACOLO DI LUCI A LUBIANA
In onore del poeta sloveno France Prešeren, ogni anno il 3 dicembre – giorno della sua nascita – Lubiana viene illuminata a festa, dal centro storico al castello, e si trasforma in palcoscenico per spettacoli adatti a tutte le età. In un’atmosfera magica, le persone attendono in piazza con le candeline in mano che il sindaco accenda le luci che illumineranno la città per tutto il mese. In quell’occasione, si inaugura il mercatino festivo – aperto fino al 1° gennaio 2013 – che, come ogni anno, diventa il centro della vita sociale della città, proponendo concerti e cortei fiabeschi tra le casette verdi che espongono regali per tutti i gusti e gli stand gastronomici che offrono una pausa dallo shopping all’insegna di vin brulè, tè caldo, liquori, pani speziati, salsicce arrosto e specialità alla griglia.

MERCATINI DA SOGNO
Oltre ai prodotti tipici del periodo natalizio, ai mercatini di Lubiana (http://www.visitljubljana.com/sono in vendita berretti, guanti, scialli e tutti gli accessori per le fredde giornate invernali. Non mancano prodotti interessanti a prezzi convenienti, opera di giovani designer e che spesso non si trovano nei negozi, accanto a una vasta selezione di prodotti dell’artigianato locale e artistico, torte tipiche, pezzi di frutta da inzuppare nel cioccolato caldo, candele fatte in casa, slitte e giocattoli in legno. Per chi li visita dal 26 al 30 dicembre, ogni giorno – alle ore 17 – si svolgono i cortei di Babbo Gelo: accompagnato da pupazzi di neve, orsi, conigli e altre creature dei racconti e delle fiabe popolari, l’attesissimo personaggio visita il mercatino festivo e le sedi delle manifestazioni per bambini nella Vecchia Lubiana, spostandosi con la sua carrozza trainata dai veri cavalli lipizzani. I più piccoli, insieme a mamma e papà, potranno assistere a divertenti spettacoli di marionette, magia, ballo e arte circense.

MENTRE CI SIETE…
Approfittando del soggiorno, è possibile scoprire la tradizione e il patrimonio culturale della capitale slovena, una deliziosa città in miniatura comodamente percorribile a piedi che ha come simbolo il drago. Il suo piccolo raggio la rende particolarmente adatta per un week-end, soprattutto nel periodo natalizio per via dell’atmosfera incantata. Oltre ai più famosi musei storici come il municipio di Lubiana, la casa di Plečnik e il Museo tecnico a Bistra, esiste una ricca serie di istituzioni minori che offre la possibilità di conoscere da vicino la vita e le opere di importanti personaggi storici e artisti, insieme a vecchie case rurali in cui si possono gustare (e anche preparare) i pasti secondo antiche ricette.

Tra i luoghi più curiosi c’è l’Essiccatoio di frutta Gradež (Gradež 4, 1311 Turjak), un caso unico del patrimonio tecnologico e culturale che si è conservato nella campagna slovena. Gli abitanti del villaggio di Gradež essiccano la frutta di produzione ecologica nella ristrutturata stufa da essicazione del 1938: oltre alla visita guidata dell’essiccatoio, si possono degustare la frutta secca a spicchi, il succo di frutta di propria produzione o il distillato. Su prenotazione, si preparano anche altri piatti tradizionali sloveni, tra cui venti tipi di “potica”.

IL MUSEO DELLA BIRRA
Per concludere in modo frizzante, ogni secondo martedì del mese, dalle 8 alle 13, si può accedere al Pivovarski muzej (http://www.pivo-union.si/), la collezione museale che presenta uno sguardo completo sulla storia del birrificio Union, offrendo la dimostrazione della produzione della birra e presentando le attività connesse alla produzione della birra, come l’arte del bottaio, il trasporto, l’arredamento delle trattorie e dei ristoranti, il vasellame per la birra, le etichette e il marketing del birrificio.

 

Clicca qui per leggere altri articoli della sezione News

 

Organizza il tuo weekend a Lubiana con

SHARE
Articolo precedenteSì, cantare
Articolo successivoIn viaggio felici