Tutti a bordo…

Dopo il successo ottenuto nei primi tre mesi di programmazione, riparte il pullman di “Per Favore Parlate al Conducente”: il programma radiofonico condotto da Flavio Insinna – in onda dal 7 gennaio su Rai Radio 2 (http://www.radio2.rai.it/) – usa come pretesto un simpatico “giro in pullman” per affrontare con allegria il tema del viaggio da diversi punti di vista, esplorando insieme agli ascoltatori e al pubblico in studio le possibili sfumature, gli aneddoti e i motivi che lo hanno generato. L’appuntamento è dal lunedì al venerdì, dalle 11.05 alle 12.25, oppure in replica la sera alle 24 o nei week end con “il meglio di” alle 13.

Ogni puntata è pensata come un viaggio metaforico in cui Insinna – con la sua parlantina calorosa, coinvolgente e leggera – si propone di ricreare la goliardica atmosfera di una gita. L’obiettivo è rendere il clima simile a quello di una spensierata escursione tra amici, che viene ulteriormente arricchita dal calore del pubblico in studio e da momenti di musica dal vivo grazie alla presenza fissa di due musicisti e di una cantante.

Divertire chi ascolta è ovviamente la missione principale del programma, che però dedica anche spazio a momenti più intimi, come la lettura di una poesia o lo stralcio di un brano tratto da un libro o da un’intervista e ancora dando “voce” alle lettere, agli sms o alle mail ritenute particolarmente interessanti. “Per Favore Parlate Al Conducente” è un programma di Flavio Insinna, scritto con Marco Presta e Franco Bertini. La parte musicale è affidata al pianoforte di Angelo Nigro, al sassofono di Vincenzo Presta e alla voce di Letizia Liberati.

Il viaggio prende ogni volta il via da una parola, intorno alla quale Insinna costruisce uno spettacolo da ascoltare e su cui riflettere. Dopo aver vagabondato intorno a “straniero”, la seconda puntata è ruotata intorno al concetto di “bisogno”, che negli ultimi anni appare notevolmente cambiato: un tempo lo si abbinava ai poveri, agli sfortunati, a cui nemmeno i miliardi delle lotterie riuscivano a risolvere completamente i problemi. Oggi, al contrario, i bisogni veri sembrano collegati ai benestanti, che desiderano i sedili riscaldati sulla loro auto, l’ultimo modello di smartphone, una vacanza nella più lussuosa beauty farm. Con vivacità e delicatezza, Insinna offre un viaggio attraverso il magico mondo delle parole, alla ricerca di una pillola di saggezza in più per la nostra anima.

Per intervenire in studio, salendo fisicamente sul pullman pilotato da Insinna, è possibile prenotare un posto lasciando un messaggio in segreteria al numero 06.3700146 oppure scrivendo all’indirizzo mail parlatealconducente@rai.it.

 

Clicca qui per leggere altri articoli della sezione News

SHARE
Articolo precedenteTravel tribù
Articolo successivoChe ti porto?