Terre dell’Ovest

Da settembre a novembre, si alternano i cinquanta appuntamenti dedicati al viaggio dell’originale percorso culturale “Nelle terre dell’Ovest”, organizzato dal Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano, con il supporto dell’Associazione “Il Club” di Palazzolo sull’Oglio e la sponsorizzazione della Cooperativa Zeroventi Onlus. Fino al prossimo 23 novembre, si avvicenderanno autori (Giuseppe Culicchia, Enrico Brizzi, Paola Zannoner, Alessandro Quasimodo e Luca Novelli), letture (a cura di Barbara Mino ed Elena Bettinetti), autorità locali e studiosi che approfondiranno il tema del viaggio dai loro punti di vista. La musica, che farà da sottofondo alla manifestazione, sarà curata dal bibliotecario e cantautore Giovanni Peli, dal Gruppo Foundation Quartet, Alberto Forino e Angel Luis Galzerano.

Perché il viaggio nelle sue varie dimensioni? Quest’anno, il progetto culturale è andato a confluire con quello più vasto legato all’itineroteca dell’Ovest, cioè quello spazio fatto di guide, cartine geografiche, libri o dvd presente in ogni biblioteca del Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano. “Che l’andare sia un camminare o un errare, il viaggio è sempre metafora di percorsi esistenziali, che si muovono per vie differenti verso orizzonti non sempre conosciuti. Caratterizzato dal tema della scoperta, dell’incontro con la diversità e perfino con se stessi, si presenta come un’esperienza oltre i confini noti e le pareti familiari, di emersione da ciò che è scontato e quotidiano”.

Il primo scaffale offerto dal Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano è legato a titoli che, in qualche modo, preparano al viaggio, ne sottolineano l’impianto interiore e contribuiscono a una sua migliore organizzazione. “Il modo pratico di viaggiare è infatti quasi sempre connesso a una filosofia di vita, per cui che si scelga lo ‘scambio casa’ o che si voglia viaggiare sicuri si attua in realtà una manifestazione di sé”. In tutto questo, può essere utile l’esperienza di autori che hanno fatto del viaggio una metafora della propria vita o che semplicemente hanno riflettuto sui suoi significati profondi. Il progetto dell’itineroteca verrà presentato ufficialmente durante uno dei momenti centrali della manifestazione, in programma per il 30 settembre presso il Monastero di San Pietro in Lamosa.

In questo solco di scoperta e suggestioni, si inserisce anche “Nelle terre dell’Ovest”, che per i più piccoli prevede gli spettacoli del Teatro Flautomagico e la mostra “Il viaggio come scoperta”, oltre che vari incontri per le scuole con l’illustratore Alessandro Sanna e la professionista della lettura Mariangela Agostini. Accompagneranno i vari eventi anche manifestazioni collaterali, come corsi gratuiti di fotografia, musica-terapia e teatro-terapia offerti dall’Associazione il Club di Palazzolo sull’Oglio e la formazione di sei gruppi di lettura in altrettante biblioteche.

L’evento si terrà nei 17 comuni le cui biblioteche afferiscono al Sistema Ovest Bresciano: Adro, Capriolo, Cologne, Cortefranca, Erbusco, Iseo, Marone, Monticelli Brusati, Paderno Franciacorta, Palazzolo sull’Oglio, Paratico, Pontoglio, Provaglio d’Iseo, Sale Marasino, Sulzano, Zone.

Il titolo della manifestazione esprime il concetto di terra intesa come radice culturale, appartenenza, contatto con la realtà e quello di “Ovest” evocativo della posizione del Sistema, nella Provincia di Brescia, luogo di passaggio o di confine tra contesti culturali diversi (Valle Camonica e Bassa Bresciana, passando per il Sebino e la Franciacorta). L’Ovest, dunque, inteso come metafora di transiti e aperture tra realtà diverse eppure simili.

Per conoscere luoghi degli incontri, date e orari, sono disponibili il blog http://terredellovest.blogspot.it/ o la pagina Facebook http://www.facebook.com/terredellovest?ref=hl.

 

Clicca qui per leggere altri articoli della sezione News