Pour le plaisir des yeux

Il viaggio come itinerario, esperienza reale e metaforica. Fino al 30 settembre, Villa Regina Margherita di Bordighera ospita un’esposizione – ideata e curata da Eleonora Turbiani – che raccoglie alcune tra le opere più significative dello scultore Stefano Bombardieri e del fotografo Matteo Carassale. Il titolo, “Pour le plaisir des yeux”, è l’invito a guardare solo “per il piacere degli occhi”, riprendendo un’espressione tipica dell’Africa nera che esorta a osservare gli articoli mercanteggiati. Tra immagini suggestive e sculture monumentali, il percorso si aggomitola su forme, colori, poesia, intensità e ironia con cui gli artisti guardano il mondo. Seppure diverse, le opere presentano un messaggio comune: l’invito a guardarsi intorno in modo “attivo” con gli occhi, la testa e il cuore.

SCULTURE…
I soggetti preferiti di Stefano Bombardieri appartengono al mondo animale: balene, rinoceronti, coccodrilli o elefanti, appesi oppure incastrati e schiacciati da montagne di bagagli. Artista dalla fama consolidata, che espone nelle più famose gallerie d’arte internazionali e ha partecipato ripetutamente alla Biennale di Venezia, Bombardieri (www.stefanobombardieri.it) realizza opere a grandezza naturale, che mostrano una tale maestria nella cura dei dettagli da sembrare addirittura animate.

… E IMMAGINI
Il resto della mostra è dedicato a Matteo Carassale (www.matteocarassale.it), un affermato fotografo “di strada” che collabora con le più importanti riviste italiane e straniere di viaggio, interni e verde. Dotato di una particolare sensibilità nel calibrare luci e ombre, ha il grandissimo pregio di rendere straordinario un gesto ordinario, come quello dei contadini che lavorano in un campo di cotone, di un cavallo portato dal veterinario o di un tuffo in mare.

Sul catalogo in vendita al bookshop del museo, la direttrice della Fondazione Terruzzi Annalisa Scarpa scrive: “Ci ha sedotto subito, al primo incontro, l’idea di poter esporre, uno accanto all’altro, il dialogo serrato tra tali due linguaggi: lo scatto che in un clic immortala un’emozione che non è mai solo epidermica, ma che al contrario nasconde un fiume in piena di sensibilità, e l’iperrealismo surreale di masse che raccontano di una fauna fantastica, sovente gigante, che ci osserva con i suoi occhi stupiti”.

Dove:
Villa Regina Margherita, Via Romana 34-36, Bordighera (Imperia)
Quando:
Dal 13 luglio al 30 settembre
Orari:
Fino al 1° settembre, da mercoledì a domenica: ore 15,30-23
Dal 2 al 30 settembre, da venerdì a domenica: ore 10-18
Per informazioni:
www.fondazioneterruzzivillareginamargherita.it

 

Clicca per leggere altri articoli della sezione Eventi