Latitudini d’autore

Latitudini d’autore, Mimma Ferrante, Maurizio Karra, camper, Club Plein Air BdS, SiciliaScatti en plein air per celebrare la voglia di viaggiare in libertà e la sensazione di non avere confini. Torna anche quest’anno la mostra fotografica collettiva “Latitudini d’autore”, organizzata dal Club Plein Air BdS, l’associazione dei camperisti e degli amanti del turismo itinerante del Banco di Sicilia-Unicredit: i fotografi sono bancari ed ex bancari che, insieme alle loro famiglie o agli amici, si sono avventurati in terre vicine e lontane con il loro mezzo d’eccezione, il camper, che consente di portare ovunque con sé il proprio mondo e qualche abitudine.

L’esposizione, ospitata presso la Sala mostre del Circolo del Banco di Sicilia (Via Rosolino Pilo 33, Palermo) fino al 5 dicembre, presenta 168 foto scattate nel corso dell’anno da 25 soci del sodalizio in giro per tutta l’Europa, con un focus particolare sulla Latitudini d’autore, Mimma Ferrante, Maurizio Karra, camper, Club Plein Air BdS, SiciliaSicilia, ma è anche l’occasione per presentare l’omonimo libro “Latitudini d’autore” (Fotograf Edizioni), curato da Maurizio Karra e Giangiacomo Sideli, con lo scopo di rappresentare il meglio delle quindici mostre fotografiche allestite fino ad oggi e dei calendari pubblicati a partire dal 2000.

“Fotografie e viaggi che hanno toccato tutti i continenti, affrontato varie tematiche e vari generi fotografici”, ha scritto il professor Giuseppe Viviano, delegato FIAF Sicilia, nella prefazione al volume. “Paesaggi, elementi naturali, monumenti e opere d’arte, volti e luoghi di vita vissuta, ambienti e strumenti di lavoro, costumi tradizionali, feste e riti, analogie e differenze tra le culture; ritratti ambientati, street photography, reportage naturalistici e sociali, Latitudini d’autore, Mimma Ferrante, Maurizio Karra, camper, Club Plein Air BdS, Siciliacon incursioni in campi più specifici come la ricerca etnografica e antropologica. Tutto questo preceduto da alcune pagine dedicate alla storia dell’associazione, con immagini anche dei primi anni di vita del Club, a ripercorrere la storia di un gruppo di persone che dura da quasi un quarto di secolo”.

In fondo, un viaggio non si conclude mai con il ritorno a casa, “ma si perpetua per esempio nelle modifiche, seppur apparentemente impercettibili, che ha generato nel nostro carattere, nelle nostre modalità di approccio con gli altri, nelle nostre abitudini quotidiane”, scrivono Mimma Ferrante e Maurizio Karra nella premessa al testo. E poi ci sono i ricordi, le immagini, i film amatoriali o semi-professionistici da condividere con gli amici, i parenti e con altri viaggiatori, come avviene dal 2000 fra i soci del Club Plein Air BdS: è stato proprio all’alba del Copertina del libro Latitudini d'autoreterzo millennio che il sodalizio ha avviato l’abitudine di allestire ogni anno una mostra fotografica (poi ripresa da un calendario) a cui potessero partecipare tutti i soci interessati con gli scatti più belli delle loro vacanze, che potesse servire da stimolo agli altri soci per i viaggi futuri e da rinnovato momento di condivisione per gli autori delle foto.

A quindici anni da quella prima mostra e dal primo calendario, è stato realizzato un volume che mette insieme le più belle foto scattate nei vari continenti: “Parecchie analogiche, alcune delle quali ormai sbiadite perché ‘scansionate’ dalla stampa su carta, insieme alle ultime nuovissime e perfette immagini digitali ad alta risoluzione”, concludono Ferrante e Karra. “In un’epoca di cloud, tablet e smartphone, dove è sempre più difficile trovare chi stampa foto su carta e chi le assembla in un album fotografico tradizionale, vorremmo che questo volume cartaceo – magari per qualcuno anche un po’ demodé – ci aiutasse a dipanare le emozioni e i ricordi che tanti anni vissuti insieme ci hanno regalato, cambiando sicuramente, e speriamo in meglio, la nostra vita e la nostra voglia di viaggiare”.

SHARE
Articolo precedenteVanishing Africa
Articolo successivoDream adventure