LetterAltura

Pronti alla partenza sul Lago Maggiore e nelle valli ossolane. Da Luis Sepulveda a Margherita Hack, da Paolo Rumiz a Krzysztof Zanussi, grandi personaggi si incontreranno per la sesta edizione di LetterAltura, Festival di letteratura di montagna, viaggio e avventura, che prevede oltre cinquanta eventi tra incontri con gli autori, spettacoli e laboratori creativi. La formula di questo appuntamento, nato nel 2007 per iniziativa di un gruppo di volontari, è quella delle più note manifestazioni letterarie: tutto avviene nel centro storico della città, tra vicoli e piazze caratteristiche. Il nucleo centrale avrà luogo a Verbania l’ultima settimana di giugno (28 giugno/1° luglio), mentre nei weekend di luglio il festival proseguirà spostandosi nelle valli del Cusio e dell’Ossola.

Oltre ad offrire ai lettori e agli autori la possibilità di incontrarsi e confrontarsi in un ambiente confortevole e informale, il Festival espone volumi di editori italiani sui temi della montagna, dell’esplorazione, del viaggio e dell’avventura: saggi, memorie, resoconti di esperienze, guide. Dell’organizzazione e della gestione si cura l’Associazione Libriamoci, il cartello degli editori e librai della Provincia del Verbano Cusio Ossola, che da oltre dieci anni promuove il salone dell’editoria locale Fabbrica di Carta, con il sostegno dell’ALI (Associazione Nazionale Librai Italiani).

I PERCORSI TEMATICI
A LetterAltura 2012 si parlerà di Alpinismo, (R)Esistenze, La Capra, Il Formaggio di capra e Montagne d’Europa. Mai come negli ultimi anni l’alpinismo è stato al centro di così tante polemiche a causa dei numerosi sacrifici in termini di vite umane. La montagna, se affrontata con leggerezza e superficialità, non perdona. Ma nulla può paragonarsi al senso di infinito e di libertà che si prova in cima a una vetta, dopo ore o giorni di fatica, al limite della sopportazione, dopo aver sottoposto fisico e mente a prove estreme, con il desiderio di spingersi oltre i propri limiti e di sentirsi anche solo per un istante invincibili e, forse, più vicini all’assoluto. A parlarne saranno l’alpinista delle Dolomiti Ermanno Salvaterra, noto come l’uomo Patagonia, l’alpinista Maurizio Giordani, il professore universitario e medico Luigi Festi e Valerio Zani, vice presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino.

(R)esistere, con la “R” tra parentesi, significa tante cose, non tutte facili da descrivere. (R)esistenza è, per esempio, quella del piccolo paese di montagna che non vuole accettare passivamente le regole delle stagioni e si inventa uno stratagemma per “conquistare” il sole. (R)esistenza è la vita difficile di chi non si arrende mai, ma combatte ogni giorno con coraggio e orgoglio, per ricordare a sé e agli altri i propri cari scomparsi in nome della libertà. (R)esistenza è sempre e soprattutto un atto d’amore. LetterAltura riproporrà quelle forme di esistenza nelle quali la laboriosa tenacia e l’impegno strenuo sono resistenza in atto. Vivere in montagna in certe condizioni è già di per sé una resistenza. Porteranno la loro testimonianza lo scrittore Cristiano Cavina, che parlerà dei minatori dell’Appennino; lo scrittore senegalese Pap Khouma, che racconterà la sua condizione di nero e cittadino italiano; Marco Revelli, che ricorderà il padre partigiano Nuto Revelli e il suo compagno di tante battaglie Giorgio Bocca. A Crodo, lo scrittore ossolano Benito Mazzi ricorderà la partigiana Neta, mamma di Giuliana Sgrena, parlandone con la figlia giornalista. A Macugnaga il regista Michele Trentini presenterà il film “Piccola terra”: l’esperimento riuscito di dare nuova vita a un paesaggio terrazzato che era in stato di abbandono.

Per il terzo anno consecutivo, LetterAltura proporrà anche un percorso tematico dedicato alle montagne d’Europa che hanno fatto la storia culturale, politica e sociale non solo europea: vette e passi importanti dal punto di vista storico, alpinistico ed interculturale, che hanno collegato, e collegano, popolazioni di lingue e culture diverse. Quest’anno i protagonisti saranno i Tatra e la Marmolada, alla presenza dell’alpinista Maurizio Giordani e del regista polacco Krzysztof Zanussi.

Tanti anche gli appuntamenti dedicati al viaggio, nelle sue forme più svariate. L’apertura del Festival sarà affidata ai racconti dello scrittore-viaggiatore triestino Paolo Rumiz, mentre l’astrofisica Margherita Hack svelerà la sua vita in bicicletta e lo scrittore inglese Christian Wolmar parlerà di come la ferrovia abbia cambiato il mondo. Eddy Cattaneo racconterà il suo giro del mondo “ecologico”, senza mai prendere aerei; lo scrittore Pino Cacucci parlerà dell’America Latina e della “sua” Puerto Escondido; la guida escursionistica Renato Bavagnoli racconterà la sua Via Alpina: tre mesi da solo sull’arco alpino, da Trieste a Montecarlo.

Tra gli appuntamenti più curiosi del Festival c’è quello in programma a Verbania, venerdì 29 giugno: Palco a pedali è il primo eco-concerto italiano interamente dedicato alla bicicletta, dove si esibirà il gruppo romano Têtes de Bois. In platea, cento ciclisti volontari scelti nel pubblico pedaleranno per tutta la durata dello spettacolo, in qualche caso alternandosi o sostituendosi in modo da non perdere ritmo ed energia: le biciclette saranno agganciate a un cavalletto collegato a una dinamo, in modo da produrre l’energia elettrica necessaria al funzionamento dello spettacolo.

LetterAltura dedicherà speciale attenzione anche ai bambini, che potranno divertirsi con letture, incontri e particolari iniziative pensate per loro. Tra i vari eventi, sabato 23 e domenica 24 giugno, si terrà “Lupus in fabula”, un laboratorio a cura di Dario Apicella. Lungo il cammino della lettura si potranno incontrare lupi di tutti i tipi e per tutti i gusti: famelici e cattivi, dolci e gentili, solitari, affamati, emarginati, ballerini, detective, mannari.

IL CALENDARIO
Verbania:
28 giugno – 1° luglio 2012
Valle Antigorio (Baceno e Crodo):
7 – 8 luglio 2012
Lago d’Orta (Ameno e Miasino):
14 – 15 luglio 2012
Macugnaga:
20 – 22 luglio 2012

Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito http://letteraltura.it.