Francigena Melody Road

Francigena Melody Road, Via Francigena, Expo, Lucca, Massa, Siena, Pontremoli, Santa Croce, Castelfiorentino, Roberto Cacciapaglia, Uto Ughi, Bruno Canino, Vladimir Ashkenazy, Marco Fornaciari, Claudio Brizi

Francigena Melody Road, Via Francigena, Expo, Lucca, Massa, Siena, Pontremoli, Santa Croce, Castelfiorentino, Roberto Cacciapaglia, Uto Ughi, Bruno Canino, Vladimir Ashkenazy, Marco Fornaciari, Claudio BriziSuoni e melodie, spaziando fra diversi generi: musica classica, contemporanea, jazz, lirica, cantautori e teatro-canzone. Si fa sempre più ricca l’esperienza di viaggio lungo la Via Francigena toscana che, dal 21 febbraio al 31 marzo, ospiterà un evento che celebra la musica come linguaggio universale, che lega e unisce i popoli in un itinerario culturale che sa educare e divertire. Dopo il successo delle prime tre edizioni, nell’anno dell’Expo di Milano, il prestigioso festival europeo Francigena Melody Road torna a incantare turisti e pellegrini con un ricco cartellone che toccherà in diciotto date ben tredici località del percorso, da Pontremoli a Montalcino.

Gli eventi si svolgeranno nei teatri, molti all’italiana, in città come Lucca, Massa e Siena e nei luoghi più piccoli, spesso tagliati fuori dal grande circuito della concertistica, in teatri altrettanto belli come quelli di Pontremoli, Santa Croce e Castelfiorentino. Non potevano mancare luoghi di culto che si fanno teatro per l’occasione, come il Duomo di San Gimignano, la Chiesa di Badia a Isola di Monteriggioni e la stupenda Chiesa di Sant’Agostino a Montalcino. In più, proprio in occasione del festival, saranno inaugurati nuovi spazi, come l’auditorium della Cassa di Risparmio di San Miniato, e si contribuirà a Francigena Melody Road, Via Francigena, Expo, Lucca, Massa, Siena, Pontremoli, Santa Croce, Castelfiorentino, Roberto Cacciapaglia, Uto Ughi, Bruno Canino, Vladimir Ashkenazy, Marco Fornaciari, Claudio Brizivalorizzarne altri da poco inaugurati, come il teatro Boccaccio di Certaldo e il Teatro della Compagnia a Castelfranco di Sotto.

SI VIAGGIA FRA LE NOTE
Il direttore artistico del festival sarà il maestro Roberto Cacciapaglia, uno dei migliori compositori contemporanei, l’artista più adatto a interpretare musicalmente il tema della ricerca della spiritualità come viaggio di emozioni, visto che la ricerca musicale (tra classicità e sperimentazione elettronica) caratterizza le sue composizioni. “Parliamo di un cammino, il cammino della Via Francigena e in questo ambito, nel viaggio e nelle meravigliose tappe che attraversa, esiste una corrispondenza in cui la musica si collega a una spiritualità da cercare e ritrovare”, ha dichiarato il maestro. Per l’evento toscano, Cacciapaglia presenterà nuove composizioni dedicate all’itinerario francigeno e sarà lui ad aprire e chiudere la kermesse nei due spettacoli pensati e prodotti per il festival.

Francigena Melody Road, Via Francigena, Expo, Lucca, Massa, Siena, Pontremoli, Santa Croce, Castelfiorentino, Roberto Cacciapaglia, Uto Ughi, Bruno Canino, Vladimir Ashkenazy, Marco Fornaciari, Claudio BriziNel cartellone sono presenti mostri sacri nel nostro panorama classico, come Uto Ughi, Bruno Canino, Vladimir Ashkenazy, Marco Fornaciari, Claudio Brizi, i riconosciuti talenti internazionali di Cecilia Chailly e Jin Ju, le raffinate interpretazioni liriche di Maria Luigia Borsi, i maestri della scena jazz italiana Rita Marcotulli e Danilo Rea, Michela Lombardi, Stefano Cocco Cantini, le suggestioni contemporanee di Arturo Stalteri.

Tutti gli artisti presenteranno programmi originali legati alla Via Francigena e ai suoi temi: il pellegrinaggio, il viaggio, l’incontro, l’accoglienza, l’ospitalità, la sfida con se stessi. Anche perché, nel grande repertorio della musica classica, i temi del viaggio e della conoscenza hanno sempre rappresentato una grande fonte d’ispirazione. Ma il Francigena Melody Road punterà anche all’educazione all’ascolto: due appuntamenti saranno dedicati alle scuole, con i matinée del Duo Baldo (violino e pianoforte), formato da artisti che uniscono alla qualità delle esecuzioni le loro esilaranti gag.

PROFUMI PERLATIFrancigena Melody Road, Via Francigena, Expo, Lucca, Massa, Siena, Pontremoli, Santa Croce, Castelfiorentino, Roberto Cacciapaglia, Uto Ughi, Bruno Canino, Vladimir Ashkenazy, Marco Fornaciari, Claudio Brizi
Le tappe del tour saranno poi integrate da manifestazioni che valorizzeranno il territorio e le sue peculiarità culturali e turistiche, come quella di apertura del Festival a Montalcino, con il concerto di Roberto Cacciapaglia, che coinciderà con la presentazione della nuova produzione del Brunello di Montalcino (Benvenuto Brunello) e la data di Siena del maestro Uto Ughi, che precederà la maratona sulla Via Francigena senese.

Il programma completo del Festival, patrocinato dalla Regione Toscana e dai Comuni della Via Francigena coinvolti nella kermesse, è disponibile all’indirizzo web www.francigenamelodyroad.it.

SHARE
Articolo precedenteA spasso senza meta
Articolo successivoRitorno a Timbuktu