È arrivato l’ambasciatore

Si conclude giovedì 3 ottobre, alle 17, l’appassionate viaggio di GALA: il Gruppo Attivo Libro d’Artista donerà i cento esemplari della più poetica declinazione della carta alla Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata, dove le opere troveranno la loro sede definitiva. Il viaggio dei “100 libri di GALA”, ideato e curato dalla pittrice marchigiana Rosella Quintini, era iniziato il 24 settembre 2010 dalla stazione ferroviaria di Civitanova Marche, per poi proseguire verso Castel San Pietro Terme, Torino, Fermo, Civitanova Marche, Bologna, Morrovalle, Napoli e Fabriano.

I libri sono opere uniche sia nella progettazione sia nel testo poetico, ispirate al tema del viaggio interpretato in tutte le sue soluzioni, varianti e interpretazioni pittoriche e letterarie. La consegna alla biblioteca si inserisce nell’ambito delle celebrazioni collaterali della Giornata del Contemporaneo, l’evento organizzato in tutta Italia da Amaci-Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani (www.amaci.org).

Ma il viaggio non finisce qui. Una volta conclusa l’esperienza dei libri d’artista, prenderà subito il via il secondo progetto di GALA, intitolato “È arrivato l’Ambasciatore”, esteso a tutti gli artisti di chiara fama provenienti da varie nazioni. “Il primo Ambasciatore sarò io in rappresentanza di GALA e chiederò ad altri artisti di confezionare un libro che documenti le loro capacità espressive, le tecniche individuali e di conseguenza il loro contributo alla contemporaneità artistica”, spiega Rosella Quintini. “Ciascuno di noi possiede una tessera personale per comporre questo periodo storico, quello presente, e il libro diventerà una sorta di documento individuale”.

Oltre alle caratteristiche comuni (30×30 cm), i libri potranno spaziare tra il formato a fisarmonica e quello sfogliabile, realizzati con qualsiasi tecnica: l’importante è che costituiscano una biografia artistica dei creatori, raccogliendone per immagini il percorso, il trascorso, le invenzioni e i pensieri. “A loro volta, questi autori si trasformeranno in ambasciatori e dovranno individuare altri artisti al di fuori dei confini europei a cui chiedere di fare altrettanto per loro”.

Come per il progetto precedente, al termine dell’iniziativa (previsto per il prossimo anno), la collana di libri verrà donata come collezione permanente a un ente di importanza nazionale (biblioteca o museo). “In fondo, tutti siamo viaggiatori, diretti verso una meta precisa, decisa sin dall’inizio”. Vale anche per i libri.

Per maggiori informazioni: gala.3artisti3@tiscali.it oppure rquintini@tiscali.it