Con i suoi occhi

Sarà il reportage di un viaggio in giro per il mondo ad aprire la sesta edizione del Festival di Fotografia “Una penisola di luce”, in programma a Sestri Levante dal prossimo 6 luglio fino al 21 gennaio 2013. La manifestazione, promossa e finanziata dall’amministrazione comunale di Sestri Levante con il sostegno della Fondazione “Lanfranco Colombo”, propone una lunga immersione nella fotografia d’autore dedicato al numeroso pubblico di appassionati e non solo. Il festival prevede incontri, workshop, seminari, letture, concorsi, premiazioni ed esposizioni, che si svolgeranno in suggestivi spazi – anche all’aperto – della cittadina ligure.

L’apertura è affidata alla mostra “Con i suoi occhi” di Tano Siracusa, che trae ispirazione dall’omonimo volume del fotografo agrigentino edito da Polyorama. Le immagini sono quelle scattate nel corso di un viaggio condotto al fianco di un medico volontario occidentale, che svolge la sua attività in Madagascar, Mongolia, isole Solomon e Amazzonia brasiliana: quattro periferie estreme dell’unico grande Occidente in cui si sta trasformando il pianeta. Ogni anno, il medico si reca a Dashbalbar, un villaggio mongolo al confine con la Cina; fra gli Arawete, un’etnia destinata all’estinzione culturale nella foresta amazzonica brasiliana; presso i pousse-pousse, i poverissimi uomini-taxi nella città malgascia di Antsirabe, e a Guadalcanal, la principale delle isole Solomon, dove la natura è ancora paradiso e inferno.

La mostra, così come il libro, ci presenta quello che il medico ha visto durante i suoi viaggi, raccontando quattro luoghi diversi del pianeta dove i tempi e i modi occidentali stanno lentamente penetrando, attraverso le tecnologie, l’umanesimo e il potere distruttivo. Ci sono volti di bambini e anziani dei villaggi, i raggi di sole che filtrano nelle capanne, mani che si agitano, corpi distesi o letti vuoti. “Uno sguardo rapace quello di Tano, trasversale, che potrebbe apparire fuggevole, distratto quasi”, scrive Piergiorgio Branzi nei testi che accompagnano il volume. “Un’ombra sul muro, una mano sospesa o tesa a chiedere o invocare, un riflesso virtuale attraverso uno specchio, un paesaggio compresso in uno spiraglio di finestra, le ali bianche di un angelo-bambino che attraversa il vuoto di un cortile di miseria”.

Tano Siracusa è nato ad Agrigento e ha affiancato all’attività espositiva quella giornalistica, occupandosi soprattutto dei contesti periferici e marginali del suo territorio e dei Paesi del Sud del mondo. Interessato alla sperimentazione dei nuovi rapporti fra testo e immagini nell’ambito del reportage giornalistico, ne ha sperimentato alcune possibili formule soprattutto durante la sua collaborazione con la testata on line “Globalist” fra la fine del 2010 e i primi mesi del 2011.

Evento:
Mostra “Con i suoi occhi
Dove:
Sala Grande Albergo – Via Vittorio Veneto, Sestri Levante
Quando:
Dal 6 luglio al 29 luglio
Orario:
Da lunedì a sabato: 10 – 12; venerdì, sabato e domenica: 21 – 23.30
Per maggiori informazioni:
http://www.associazionecarpediem.org/

 

Clicca qui per leggere altri articoli della sezione Eventi